Come i lead qualificati cambiano il tuo fatturato

Non si tratta solo di inbound marketing e lead generation: qualificare i contatti raccolti con una strategia digital può rivelarsi una mossa fondamentale per la conversione delle tue campagne business.
Proprio per questo la parola chiave quando si parla di qualifica lead è sempre “tempo”.

Quando i minuti fanno la differenza

I lead qualificati sono una risorsa preziosa, perché incidono su un aspetto molto importante: il tempo.
Per sua caratteristica, saper gestire il tempo è una skill molto importante per chi si occupa di business e, soprattutto, è un parametro che incide molto sulla voce dei costi-benefici di un’azienda.

Le ore spese a richiamare utenti scarsamente interessati o lead freddi è tutto tempo che nessuno potrà mai restituire, nemmeno economicamente. Ottimizzare questo aspetto può invece abbattere di molto i costi del lavoro, tutto a beneficio di un aumento di fatturato e di awareness del tuo brand.

Quanto costa in termini di vendite invece una pubblicità fallimentare? Leggi di più->

Valorizzare la Customer Journey

Un lead qualificato non è soltanto una persona che conferma il proprio interesse tramite una procedura double opt-in o ricontatto diretto.
Seguendo i principi dell’inbound marketing, un contatto acquista valore tanto quanto è affezionato al brand e al prodotto. Nel gergo tutto questo viene chiamato Customer Journey e descrive letteralmente il “viaggio” che fa l’utente fino a diventare un cliente fidelizzato.

Questo viaggio ha cinque diverse tappe:

  • Visibilità
    Il primo contatto con l’utente, che mette le basi dell’interesse.
  • Considerazione
    L’utente si identifica con i valori e gli argomenti del brand, approfondendo la sua conoscenza attraverso i canali di comunicazione preferiti.
  • Acquisizione
    A questo punto l’utente manifesta attivamente il proprio interesse, lasciando i propri dati per essere ricontattato o per un acquisto.
  • Servizio
    Viene effettivamente venduto il prodotto o servizio per cui l’utente ha manifestato il proprio interesse.
  • Fedeltà
    L’ormai cliente diventa ambasciatore del brand, continuando ad acquistare e identificandosi nei valori proposti dal brand.

Tutte queste tappe descrivono un diverso grado di rapporto, che man mano si fa più profondo.
Per portare avanti un dialogo reale con il proprio pubblico ci va del tempo, ma con qualche accorgimento è possibile rendersi conto di quante e quali ottimizzazioni sono necessarie per portare ai massimi livelli una campagna di conversione.

Ottimizzazione, realizzazione, conversione

La chiave per aumentare il fatturato passa proprio da queste tre parole.
I lead qualificati non sono una categoria a parte di utenza, ma diventano tali solo con una strategia mirata, ed esistono più modi per raggiungerli e coltivarli.

Contatto diretto

Nella nostra esperienza di Digital Company, richiamando una persona entro dieci minuti da quando ha lasciato i propri contatti su un form, c’è una probabilità del 500% che questa diventi un cliente. Per questo motivo è importante stabilire sin da subito “patti chiari” con l’utente: se c’è la possibilità che venga effettivamente richiamato in breve tempo va specificato anche nelle creatività veicolate online. In questo modo si crea subito fiducia e si mantiene vivo l’interesse. Con un Contact Center fidato alle spalle, o una soluzione in outsourcing, puoi addirittura procedere con la vendita diretta o la presa appuntamento.

Pubblico specifico

Viviamo in un flusso costante di informazioni, non è un mistero per nessuno. Bombardati di advertising spesso siamo costretti per sopravvivenza ad essere ciechi e sordi ai vari banner, email e landing.
Se vuoi raggiungere un target qualificato per il tuo business, spendi del tempo per capire chi è il tuo pubblico e quale tipo di persona potrebbe essere più sensibile alla tua comunicazione. In questo, costruire delle buyer persona può sicuramente aiutarti.

Impara come impostare le tue buyer persona! Ascolta il podcast dedicato ->

Comunicazione trasversale

Non è necessario parlare solo del tuo business, della tua produzione e dei tuoi premi. Per ottenere contatti qualificati, legati al tuo brand e ai tuoi prodotti, il modo migliore è…non parlare di sé. Le aziende di successo impostano un dialogo, creano contenuto e raccontano valori, modi di essere e prospettive. Tutto questo, ovviamente, deve essere sempre orientato alla vendita del prodotto: si chiama lead nurturing ed è un tassello fondamentale dell’inbound marketing!
Basti pensare anche solo ad una newsletter, con all’interno un piccolo sconto esclusivo oppure un ebook di qualche pagina. Come cambia il rapporto rispetto ad un utente che invece non riceve nulla?

Non hai bisogno altro che di lead qualificati

Utenti che trovano interessante il tuo brand, non solo utile: questo è il motivo principale per cui se vuoi aumentare il fatturato hai bisogno di loro, di contatti qualificati.

Una comunicazione pubblicitaria user-centered, personalizzata e diretta, è quello di cui il tuo business ha bisogno per decollare. I tempi dell’utente passivo davanti ad uno schermo sono finiti, ora le persone hanno bisogno di scrollare, condividere, commentare e devono poterlo fare anche offline.

In conclusione…

Se deciderai di investire un po’ di tempo per delineare una strategia comunicativa mirata, integrata e approfondita, vedrai che il tasso di conversione non farà che aumentare.
Trovare il giusto pubblico e accompagnarlo in un funnel preciso, che passa dal marketing alla vendita, è il modo migliore per ottimizzare tempo e risorse. Il tuo fatturato non potrà che beneficiarne!

Questo articolo ti è stato utile? Allora condivido sui social e ricordati di taggarci! 

Hai bisogno di una soluzione integrata per il tuo brand o la tua azienda?
Scrivici e ricevi una prima consulenza gratuita da un nostro esperto. 

Condividi l'articolo